STEFANO ROMANI

Dopo aver conseguito il diploma di Oboe presso il Conservatorio “F. Venezze” di Rovigo, con il  massimo dei voti e la lode nel 1986 sotto la guida del Professore Franco Volpe, Stefano Romani ha seguito con successo diversi corsi per Oboe, Musica da Camera e di Direzione d’orchestra, studiando tra gli altri con i Maestri Descev e Pradella Pietro Borgonovo Hans Herlost ecc. Per oltre 30 anni ha ricoperto il ruolo di oboista nelle più prestigiose orchestre italiane. Ha intrapreso l’attività di direttore d’orchestra nei primi anni ‘90 come Direttore Principale dell’Orchestra “I filarmonici” di Rovigo. Nel 2002 ha diretto il Concerto finale del Concorso Tito Gobbi di Bassano, nel 2006 le  finali del concorso di Pianoforte “Pecar” di Gorizia con l’Orchestra  Filarmonica del Friuli Venezia Giulia e nel 2008 la Finale del Concorso di Vittorio Veneto. Ha diretto nell’ambito delle stagioni liriche e di prosa del Teatro Sociale di Rovigo, in prima assoluta, il balletto Il Pranzo di Pedini con la regia di Stefanutti e Il Campiello di Wolf Ferrari con la regia di  Trevisi nella stagione 2008. Nel circuito regionale e nazionale ha diretto: Nabucco, Rigoletto, La  traviata, Il Trovatore, Un Ballo in Maschera, Il Barbiere di Siviglia, Don Giovanni, Tosca, Madama Butterfly, La Bohème e Carmen. Per la Lirica a Venezia ha diretto Tosca, Madama Butterfly e Carmen. Ha diretto produzioni de La Bohème a Novi Sad, al teatro Sociale di Rovigo e all’Opera Giocosa di Savona, il Coro del Gran Teatro laFenice di Venezia in un recital lirico con  l’orchestra Filarmonia Veneta, Il Trovatore al teatro Sociale di Rovigo e Lucia di Lammermoor per l’Opera Festival Bassano.
Tra gli impegni della stagione 2012/13 annovera: La Bohème al Teatro Donizetti di Bergamo, Un  Ballo in Maschera nei teatri di Rovigo, Savona e Bergamo; concerti sinfonici con l’Orchestra Sinfonica di San Remo, La Traviata al  Festival di Savonlinna. Nel 2014 ha diretto Il Campiello di Wolf-Ferrari a Rovigo e a Venezia nella stagione del Gran Teatro la Fenice di Venezia. Ha diretto Tosca nella stagione lirica dell’Opera Giocosa di Savona, al festival Xtones sul Lago Maggiore e al Teatro Donizetti di Bergamo. Nel settembre 2014 è stato invitato a dirigere l’orchestra Filarmonica del Nord del Caucaso a Kislovodsk alla celebrazioni del famoso violinista compositore e direttore d’orchestra Rudolf Barshai con la X Sinfonia di Mahler nella versione  Barshai. Nel novembre 2014 è stato a Haifa in Israele per dirigere con l’Orchestra Filarmonica di Haifa una produzione di Cavalleria e Pagliacci. Nel dicembre 2014  è stato invitato al Beirut Chants Festival per  dirigere nel concerto di chiusura con la Filarmonica del Libano la Petite Messe Solennelle di Rossini. Invitato recentemente a Kazan (Russia) al teatro di stato per Aida, è stato nuovamente invitato per dirigere Rigoletto di Verdi. Nel marzo 2015 ha diretto al Teatro di Skopje Adriana Lecouvreur di Cilea e nel maggio dello stesso anno Aida e Simon Boccanegra.
Ha diretto Rigoletto al festival Luglio Trapanese e Don Giovanni di Mozart al festival di Taormina, nel settembre 2015 è stato invitato a Manaus  (Brasile) presso il teatro del Festival per un concerto sinfonico con l’orchestra sinfonica di Manaus e in Bielorussia nel Teatro Bolshoi di Minsk ha diretto Nabucco di G. Verdi. Dal 31 dicembre 2015 al 7 gennaio 2016 in Cina per una serie di concerti lirici sinfonici. Nel 2016 presso il Teatro di Kazan in Russia ha diretto Nabucco, Aida, Trovatore, Lucia di Lammermoor, Turandot e Madama Butterfly.Nel Settembre 2016 ha diretto nel  festival di Trapani il Falstaf di G. Verdi e nel gennaio 2017 al teatro comunale di Chiavari Don Giovanni di Mozart. Presente  anche nel cartellone del festival di Torre del Lago Puccini nel 2017 con una prima assoluta di Giovanna D’Arco e nel 2018 con la Tosca di Puccini. Costante  ormai da anni la presenza nella stagioni lirico sinfoniche del  Teatro di Maribor in Slovenia, con la Bohème nel autunno del 2017 e nel 2018 con Trovatore e  una nuova produzione di Nabucco e  presso il Teatro Nazionale di Kazan in Russia nel gennaio 2018 in una nuova produzione di Nabucco di G. Verdi per l’inaugurazione del festival del medesimo teatro. Nella primavera 2018 è stato invitato dall’orchestra della radio televisione greca per una registrazione, trasmessa poi in tutto il mondo, per le celebrazioni Rossiniane del Tancredi. Nell’autunno scorso è stato invitato negli Stati Uniti a Charlotte per una produzione di Figlia del reggimento di Donizetti.

Vincitore di concorsi nazionali e internazionali. Premiato nel 2004 con il premio Città di Rovigo riconoscimento dato per meriti artistici.

Tra le cariche istituzionali ricordiamo quella di Segretario Artistico dal 2003 al 2008 presso  l’orchestra FilarmoniaVeneta e dal 2009 fino al 2016 quella di Direttore Artistico del Teatro Sociale di Rovigo e ultimamente consigliere di amministrazione della Fondazione Cultura di Rovigo. E’ inoltre docente di Ruolo di oboe presso il Conservatorio F. Venezze di Rovigo. 

it_IT
en_GB it_IT